#
#
#
   Tour
   
Alpi Apuane

Trekking sulle favolose Alpi Apuane che fanno da cornice al paesaggio versiliano.

Gruppo montuoso parallelo alla linea di costa e alla dorsale appenninica, con vette poco più alte di 1900 metri, le Alpi Apuane si presentano con guglie e creste taglienti e dal repentino passaggio a quote elevate con pendii ripidi. Di seguito qualche itinerario consigliato da siti di settore, in ogni caso ogni sentiero CAI risulterà ben segnalato:

  • Sentiero Natura di Campocatino –Eremo di San Viano Tempo Medio di Percorrenza ore 2.30 

Facile percorso ad anello che permette di percorrere tutta la conca di origine glaciale di Campocatino. Percorso il primo tratto tra i "caselli" dei pastori e superati i terrazzamenti, un tempo coltivati, si raggiunge la faggeta ai piedi della parete Nord-Ovest del Roccandagia, che attraverseremo fino all’imponente spigolo Sud-Est. Giunti sulla strada sterrata che riconduce a Campocatino, si può subito chiudere l’anello (TMP ore 1.30) oppure imboccare l’erta mulattiera che scende all’Eremo di S. Viano, incassato in una parete rocciosa a strapiombo sulla Valle di Arnetola. 

  • L’anello del Monte Forato Tempo Medio di Percorrenza ore 5.00 

Da Fornovolasco parte il sentiero CAI n. 6 che sale alla Foce di Petrosciana, transitando vicino alla Tana che Urla e alla sorgente della Chiesaccia. Dalla Foce, un evidente sentiero, non segnato, corre di crinale, passando vicino all’arco del Monte Forato ( 1223 m.slm) per raggiungere la Foce di Valli, l’alternativa è data dal segnavia CAI 131 che scende leggermente di quota ma raggiunge comunque la stessa località ai piedi del versante meridionale della Pania della Croce. Da qui il segnavia CAI 130, toccando alcune case sparse, raggiunge nuovamente Fornovolasco. Per un itinerario più breve, dal Forato si scende per il segnavia CAI 12 fino ad incontrare nuovamente il n. 6 e terminare il giro a Fornovolasco (TMP ore 3,30) 

 

  • L’anello Orto di donna Tempo Medio di Percorrenza ore 4.30 

Lasciata la macchina al termine della strada asfaltata che conduce a Orto di Donna, nei pressi del rifugio Donegani, si sale per segnavia CAI 180 alla Foce di Giovo, da qui con una breve deviazione a destra si raggiunge la vetta del Pizzo d’Uccello ( consigliato solo ad escursionisti esperti ). Il nostro tour prosegue, invece, in falsopiano per segnavia CAI 179 sotto le pareti della Cresta Garnerone e del Grondilice, fino a raggiungere Cava 27, dove termina la strada marmifera proveniente da Orto di Donna. Qui sorge il nuovo rifugio del Parco Apuane. Si prosegue, ora, ancora per CAI 179, transitando vicino al bivacco K2, fino alla Foce di Cardeto. Ora il sentiero CAI 178 scende nella faggeta per tornare nuovamente al punto di partenza.